mercoledì 4 luglio 2012

Europei Giovanili: azzurri avanti dopo la prima giornata

E’ partita la corsa ai titoli europei per Junior e Cadetti. Il campo di gara di Nikoebing ha dato oggi i primi verdetti con le frecce azzurre protagoniste. Le selezioni e i primi testa a testa hanno scremato il gruppo. Tra gli Junior del’arco olimpico solo un azzuro è ancora in gara, ai sedicesimi di finale Marco Morello se la vedrà con il turco Cagatay Aydin che nel turno precedente ha eliminato con un secco 6-0 Louis Delaire. Si spengono ai ventiquattresimi i sogni europei di Lorenzo Pianesi, eliminato dallo sloveno Jan Rijavec, e Matteo Paoletta, battuto 6-2 dal belga Michael Deckers.




Due qualificate alle prossime giornate e un’eliminata: è questo il verdetto delle qualificazioni nell’arco olimpico femminile Junior. Gloria Filippi si è dovuta arrendere a Daria Pavlichenko (UKR) 7-3, mentre continua la corsa di Annalisa Agamennoni che se la vedrà con la greca Ariadni Chorti. La prossima avversaria di Claudia Mandia sarà invece l’estone Laura Nurmsalu. Ancora tutti in gara gli Junior del Compound maschile. Per accedere agli ottavi Michele Nencioni, Fabio Ibba e Matteo Ragni dovranno battere rispettivamente: Nikolay Avdeev (RUS), Ozgurcan Alici (TUR) e Mattias Hallen (SWE). Già qualificate agli ottavi le tre compoundiste azzurre: Sabrina Franzoi se la vedrà con Svetlana Cherkashneva (RUS), Deborah Grillo proverà a battere la greca Maria Giannakopoulou ed infine Elisabetta Landi si troverà di fronte Toja Cerne (SLO). Buoni riscontri anche dalla squadre delle categoria Junior. Gli uomini dell’arco Olimpico (Morello, Pianesi e Paoletta) se la vedranno con la Svizzera. Super invece la prestazione delle ragazze (Agamennon, Mandia e Filippi) che hanno già conquistato il pass per i quarti di finale e aspettano di sapere il loro avversario che uscirà dalla sfida tra Grecia e Polonia. Nel mixed Team Marco Morello e Annalisa Agamennoni lanciano la sfida alla Svezia (Lagneholt-Andersson). Strada più corta ma non meno complicata quella che attende gli Junior del Compound: Matteo Ragni, Michele Nencioni e Fabio Ibba cercheranno di battere il Belgio per accedere alle semifinali. Per Deborah Grillo, Elisabetta Landi e Sabrina Franzoi è già il momento di giocarsi le proprie carte per la medaglia, Gran Bretagna primo ostacolo mentre la caccia all’oro passera dall’ultima sfida contro la Russia. Nel mixed Team tra la semifinale e la coppia italiana formata da Matteo Ragni e Deborah Grillo c’è l’ostacolo Turchia. Nel pomeriggio è toccato ai Cadetti. Europei già finiti per gli azzurri dell’Arco Olimpico maschile: Andrea Artico soccombe dopo una lunga battaglia al danese Laust Andesen 9-8, mentre Marco Galfione si arrende 6-2 a Georgi Vladev. Tutte qualificate ai sedicesimi di finale le tre azzurre; Gaia Rota, Chiara Romano e Giulia Mammi proveranno a continua la corsa europea affrontando rispettivamente: Patricia Iosub (ROU), Elcin Yanik (TUR) e Sabina Alieva (RUS). A tenere alta la bandiera italiani tra gli uomini ci pensano i ragazzi del Compound. Leonardo Pardini affronterà ai sedicesimi Deni Babok (CRO), mentre l’ostacolo di Carmelo Allegra si chiama Prim Van De Ven (NED). Niente da fare per Gabriele Ippolito fermato da Roman Hoviadovski (UKR). Gelsomina Nozzolino grazie alla splendida gara di qualificazione è già pronta a dare l’assalto ai quarti. Per continuare la rincorsa alle finali dovrà battere Noora Saarinen (FIN). Italia che proverà ad essere protagonista fino in fondo anche nelle competizioni a squadre dedicate ai Cadetti. Andrea Artico, Marco Galfione e David Pasqualucci affronteranno agli ottavi del tabellone Arco Olimpico la Finlandia. Stessa sfida per gli ottavi del Mixed Team dove portacolori azzurri saranno Andrea Artico e Gaia Rota. Partirà invece dai quarti l’avventura nei testa a testa delle ragazze (Gaia Rota, Giulia Mammi e Chiara Romano), avversario di turno sarà la Polonia. A chiudere la lunga giornata danese ci hanno pensato le gare di Compound a squadre. Leonardo Pardini, Carmelo Allegra e Gabriele Ippolito affronteranno a quarti la Slovenia, mentre la coppia mista Pardini-Nozzolino per arrivare allo stesso punto dovrà battere l’Ungheria. Collegamenti relativi alla notizia I RISULTATI