venerdì 21 settembre 2012

Cherasco Cuneo, Tiro con l'arco: un fine settimana da vivere con gli archi più famosi d'Italia: Sport

Arrivano anche le medaglie d'oro di Londra 2012



Cherasco - Oltre 660 atleti si sfideranno a Cherasco il prossimo weekend nei Campionati Italiani di Tiro con l'arco.
Un evento sportivo di grande prestigio per la Città delle Paci che si appresta ad accogliere anche le medaglie d'oro di Londra 2012: la squadra che ha visto sulla linea di tiro Mauro Nespoli, Marco Galiazzo e Michele Frangili. “Un'oro importante e significativo:– ha detto durante la conferenza stampa di presentazione dell'evento Mario Scarzella, presidente nazionale Fitarco – è stata la prima medaglia d'oro dell'Italia a Londra”. 

Un orgoglio quindi per Cherasco ospitare questi atleti. Ma non solo, sul palco sabato sera a ricevere il riconoscimento della Federazione ci saranno anche i protagonisti delle Paralimpiadi: Oscar De Pellegrin con il suo oro e la piemontese Elisabetta Mijno, argento. 
Ha continuato Scarzella: “Dopo il Quirinale, Cherasco sarà la prima sede in cui tutti i medagliati delle Olimpiadi di Londra saliranno insieme sul palco a ricevere il riconoscimento. 
Come piemontese non posso che essere orgoglioso che questi atleti abbiano preparato le loro olimpiadi proprio sui campi del Piemonte, a Cantalupa e Novara”. 
Sulla vocazione sportiva della regione anche l'assessore regionale allo sport, Alberto Cirio: “Siamo orgogliosi dei risultati e degli investimenti fatti dalla Regione Piemonte. L'oro del tiro con l'arco è stato sicuramente il più bello di tutte le medaglie olimpice. 
Eventi sportivi nazionali ed internazionali sono consuetudine in Piemonte: non è un caso. In Piemonte ci sono infatti circoli, club, federazioni che ogni giorno si impegnano e danno garanzia sulla buona riuscita”. 
L'edizione 2011 dei Campionati Italiani aveva visto come scenario la magica città di Roma, la Capitale. Quest'anno la scelta è Cherasco. Grande soddisfazione per il sindaco Claudio Bogetti: “Siamo felici di succedere ad una grande città come Roma. Devo ringraziare il presidente Scarzella e l'assessore Cirio. 
E' grazie a loro che possiamo vantare i Campionati a Cherasco. Un ringraziamento particolare và al Clarascum Club, al suo presidente Giuseppe Sciolla e ai tanti atleti che ogni giorno si impegnano per trasmettere i valori dello sport ai nostri giovani”. 
Sport ma non solo. I Campionati saranno anche un eccellente veicolo promozionale per il territorio. 
Lo ha sottolineato l'assessore provinciale Roberto Russo: “I risultati dei flussi turistici ci dicono che il trend degli italiani rimane costanti, la possibilità di avere 2000-3000 persone sul nostro territorio la dice lunga sull'importanza di questa iniziativa”. 
Grande impegno dunque, ma anche grande determinazione ed entusiasmo da parte del presidente del Clarascum, Sciolla: “Se non fossi stato consapevole della forza di Cherasco non mi sarei mai imbarcato in questa avventura. L'obiettivo è valorizzare il nostro sport e il nostro territorio, qui abbiamo tanto turismo dell'estero, questa mi sembra occasione perfetta per far vedere anche agli italiani il nostro bellissimo territorio”.
Il grazie di tutti gli organizzatori è poi andato agli sponsors. “Senza di loro – ha concluso Scarzella – non si potrebbe fare nulla”. Per tutti ha parlato Livio Moscone, delle omonime cantine: “Un orgoglio essere presenti a questo evento di grande prestigio e che porta il nome di questo territorio in tutta Italia”.
Per promuovere il territorio è nata la “Card dell'arciere”. 
Grazie ad un accordo siglato con le associazioni di categoria, gli arcieri potranno accedere ad interessanti sconti a loro riservati in tutti gli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa. Positiva anche la risposta delle strutture recettive del territorio. 
Sciolla: “Abbiamo strutture eccellenti, che hanno saputo cogliere l'occasione di promozione e offrire condizioni estremamente vantaggiose ai nostri arcieri”.