giovedì 10 maggio 2012

DAL WEB Russia: è vivo e con una freccia conficcata nel collo

Da net1news.org


Un uomo di 38 anni è sopravvissuto nonostante una freccia che gli è penetrata all'altezza del collo e che gli è rimasta incastrata. Nonostante la paura, grazie ad un'operazione, l'uomo è salvo. (VIDEO)

Un uomo di 38 anni, Konstantine Myakush, mentre passeggiava in un parco di Mosca per il solito jogging quotidiano, è stato colpito da una freccia vagante che lo ha centrato al collo. Passando da parte a parte e bloccandosi nel corpo di Konstantine. Il padre di due figli è stato subito ricoverato all'ospedale, ma la cosa sconcertante è che l'uomo era cosciente, per nulla impaurito e con la parte completamente asciutta, senza sangue, come se i due pezzi fossero stati incollati ai lati del collo stesso. La stessa freccia si pensa sia stata scoccata da un uomo facente parte del club del tiro con l'arco che, sbagliando il tiro, ha preso l'uomo.




Se la freccia scoccata avesse colpito l'uomo solo un centrimetro più sotto o più sopra, l'uomo sarebbe morto sul colpo e invece non ha versato nemmeno sangue; anzi, lucido e come niente fosse ha preso il cellulare per chiamare la moglie che di conseguenza ha contatto l'ambulanza e Myakush è stato accompagnato all'ospedale più vicino. Il chirurgo, dopo le scansioni del caso, assicuratosi che non avesse toccato parti importanti, ha rimosso con successo la freccia. Nel giro di qualche settimana, ma solo per accertamenti, Konstantine rimarrà in ospedale, mentre un'inchiesta è stata aperta sul club di tiro con l'arco che ha eliminato gli allenamenti all'aperto. Quando si dice, fortuna sfacciata.