venerdì 27 luglio 2012

Londra 2012: chiusa la prima giornata dedicata alle qualificazione


E' finita la prima giornata olimpica del tiro con l'arco. La squadra maschile si piazza sesta, mentre le donne chiudono al 10° posto. Nell'individuale bene Mauro Nespoli e Pia Lionetti.

Le azzurre Natalia Valeeva, Pia Lionetti e Jessica Tomasi chiudono la classifica a squadre al decimo posto con 1937 punti, uno in meno dell’India. In testa c’è la Korea del Sud (1993 punti), secondi gli Stati Uniti (1979), terzo il Taipei Cinese (1976). Domenica il primo avversario del trio italiano sarà al Russia di: Kseina Perova, Inna Stepanova e Kristina Timofeeva.


Settantadue frecce combattutissime in cui non c’è stato un attimo di pausa. La migliore delle azzurre è Pia Lionetti che ha chiusa la prima giornata olimpica al sedicesimo posto con il risultato di 652 punti. Prestazione davvero solida quella dell’azzurra che è sempre rimasta tra le prime venti. Giornata da protagonista per Natalia Valeeva. Per lei avvio da incorniciare e poi caduta fragorosa affrontata alla grande e compensata dalla rimonta che l’ha portata fino al 24°posto finale con il punteggio di 650. 44° posto per Jessica Tomasi a quota 635. Per tutta la durata delle qualifiche ha regnato sovrano l’equilibrio segno che nelle finali individuali e a squadre potrà davvero succedere di tutto.

Corea del Sud in testa sia nelle qualifiche a squadre, davanti a Usa e Taipei Cinese, che nell’individuale dove Ki Bae Bo e Lee Jin Sung hanno chiuso davanti a Tan Ting Ya (Taipei Cinese).

In mattinata gli uomini hanno scoccato tutte le 72 frecce a propria disposizione. E' stata la Corea del Sud a dominare nell’individuale: primo Im Hyun Dong con 699, staccato di una lunghezza Kim Bubmin mentre è terzo con un totale di 690 Oh Hyek Jin.

Grande prestazione per Mauro Nespoli che è sempre stato il migliore degli azzurri. Per lui ottimo dodicesimo posto con 673 punti a una sola lunghezza dal quotato Ellison Brady.

Prova tra alti e bassi per Marco Galiazzo e Michele Frangilli che terminano la qualifica a braccetto al trentaseiesimo posto con un totale di 662 punti. Classifica molto corta e compatta, la risalita è possibile.

Terminata anche la qualifica a squadre. L’Italia chiude con un buon sesto posto a 1998 punti. Tre punti davanti al Messico e quattro in più rispetto alla Gran Bretagna. Korea del Sud prima con 2087, staccata la Francia, seconda, di 56 punti. Terzo posto per la Cina a 2019, stesso punteggio per gli Usa, quarti. Davanti agli azzurri anche il Giappone con 2009 punti.

Domani la squadra azzurra formata da Mauro Nespoli, Marco Galiazzo e Michele Frangilli andrà già a caccia della medaglia. Primo avversario della giornata sarà il Taipei Cinese che ha chiuso la qualifica undicesimo con un totale di 1972 punti. Sulla linea di tiro per la squadra asiatica si presentarnno: Yu-Cheng Chen, Cheng-Wei Kuo e Cheng-Pang Wang. In caso di passaggio del turno l'avversario sarà la Cina.

Il presidente Fitarco Mario Scarzella (vice presidente vicario della World Archery e presidente della World Archery Europe) ha seguito con trepidazione la prima giornata di gare dalla tribuna del Lord’s Cricket Ground, queste le sue parole al termine delle prime 72 frecce dei giochi olimpici di Londra: “Certo, se fossimo arrivati tra i primi quattro saltando il primo turno sarebbe stato meglio, ma possiamo essere lo stesso soddisfatti perché con il sesto posto incontreremo una nazionale come Taipei che consideriamo alla nostra portata. E se andasse bene ci scontreremmo con la Cina. Per fortuna I ragazzi hanno recuperato qualche posizione con le ultime frecce e questo ci ha permesso di avere una griglia degli incontri apparentemente migliore. Ora confidiamo nelle nostre ragazze. Vedremo come andrà ma dobbiamo essere fiduciosi.”