lunedì 16 luglio 2012

Le frecce azzurre pronte a colpire Londra

Dopo un lungo periodo di selezioni interne e gare internazionali il Commissario Tecnico FITARCO Gigi Vella, coadiuvato dai tecnici Dong-Eun Suk e Young-Sook Park (rispettivamente coach dell’olimpico maschile e femminile), ha selezionato i sei titolari e le due riserve che prenderanno parte ai Giochi Olimpici di Londra 2012. 
Nell’arco olimpico maschile, in ambito internazionale chiamato “recurve” (ricurvo), l’Italia schiera tutte frecce del Centro Sportivo Aeronautica Militare: i titolari saranno Marco Galiazzo, Michele Frangilli e Mauro Nespoli, mentre il giovane Luca Melotto è stato scelto come riserva. Il trio azzurro che si giocherà le sue chance nello storico Lord’s Cricket Ground di Londra ha l’affiatamento e l’esperienza giuste per ben figurare: Marco Galiazzo ha vinto l’oro individuale ad Atene 2004 e l’argento a squadre a Pechino 2008; Michele Frangilli ha conquistato il bronzo a squadre ad Atlanta ’96 con Bisiani e Rivolta e l’argento a squadre a Sydney 2000 con Di Buò e Bisiani; Mauro Nespoli ha vinto all’esordio olimpico l’argento a squadre ai Giochi di Pechino insieme a Galiazzo e Di Buò. Questo stesso terzetto lo scorso anno ai Mondiali di Torino 2011 aveva guadagnato la carta olimpica per l’Italia e vinto il bronzo a squadre contro il Messico.Nel ricurvo femminile andranno sulla linea di tiro la punta di diamante della Nazionale Natalia Valeeva (Arcieri Re Astolfo – Carpi) insieme alle atlete dell’Aeronautica Jessica Tomasi e Pia Lionetti. La giovane Guendalina Sartori, aviere anche lei, sarà la riserva. 

Natalia Valeeva, moldava di nascita che veste la maglia dell’Italia dal 1997, sposata con l’ex azzurro Roberto Cocchi e mamma di Stefano e delle gemelline Sofia e Vittoria, ha un palmares e una longevità agonistica che pochissime atlete al mondo possono vantare: ha vinto il bronzo individuale e a squadre a Barcellona ’92 con la maglia della Comunità Stati Indipendenti (ex Urss) ed ha collezionato 5 ori mondiali indoor, 2 titoli iridati all’aperto e 2 due ori mondiali a squadre, l’ultimo a “Torino 2011” dove l’Italia ha conquistato anche la carta olimpica. Al suo fianco la trentina Jessica Tomasi, al suo esordio alle Olimpiadi, ma titolare ai Mondiali di Torino insieme alla Valeeva e a Guendalina Sartori, e la barlettana Pia Lionetti, titolare ai Giochi di Pechino che, nonostante la giovane età, ha una invidiabile esperienza internazionale.


LE VOCI DELLA PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA AZZURRA
E' stato il vicesindaco di Firenze e Assessore allo Sport, Dario Nardella, ad aprire la cerimonia di presentazione della squadra azzurra nello splendido scenario di Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria. "E' un piacere essere vicini a questa Federazione. Già ci siamo visti alla vigilia delle Olimpiadi di Sidney e Firenze portò bene al tiro con l'arco. Saluto l'Aeronautica Militare, supporto importante non solo per numeri ma anche per qualità, e la comunità coreana, coinvolta per il ruolo che ha la sua Nazionale nel tiro con l'arco. Firenze è stata nominata città europea dello sport per il 2012 per il rapporto con i colori azzurri. Anche in questa occasione, ci auguriamo che la presenza di azzurri e azzurre sia da stimolo per avvicinare tanti ragazzi ragazze a questa bellissima disciplina che aiuta a sviluppare tante abilità".

"Siamo a ventinove giorni dalla cerimonia d'apertura - dice il Direttore della Preparazione Olimpica CONI -, siamo pronti ed abbiamo 272 atleti già qualificati a Londra con la speranza di ottenere ancora qualche pass nell'atletica leggera. Ho avuto il piacere di esser presente a Torino quando i nostri arcieri ed i loro tecnici hanno ottenutto le carte olimpiche. E' una Federazione straordinaria, con cui abbiamo anche collaborato nell'ambito di un importante progetto firmato Coni-Ferrari: ha alternato oro ed argento da Atlanta a oggi, in vista di Londra l'importante è che azzurri ed azzurre ce la mettano tutto per cercare di raggiungere il miglior risultato possibile".





"Non posso che ringraziare il Presidente Mario Scarzella per quanto fatto in favore del tiro con l'arco paralimpico in questi anni - afferma il Segretario GeneraleCIP Giunio De Sanctis - Dieci pass a Londra sono il massimo che potevamo raggiungere: come capomissione, sono orgoglioso della presenza di ben 98 atleti alle Paralimpiadi, grande soddisfazione per l'intero movimento paralimpico perché saremo la delegazione più numerosa ed il merito è anche della FITARCO che ci darà un grande portabandiera come Oscar De Pellegrin".

"Senza una simbiosi così forte, come quella che esiste tra noi e Federazione Italiana Tiro con l'Arco, non sarebbe assolutamente possibile raggiungere determinati obiettivi - sono parole del Generale Brigata Aerea Claudio Salerno, Capo del 5° reparto dello Stato Maggiore Aeronautica - Ringrazio il Presidente Scarzella e le Fiamme Azzurre per l'ottima collaborazione instaurata e sono orgoglioso della presenza dei miei avieri in Nazionale".

Dopo la proiezione di un video tratto dagli ultimi Campionati Italiani di Para-Archery, Oscar De Pellegrin, portabandiera azzurro alle prossime Paralimpiadi di Londra 2012, ha poi presentato tuttii suoi compagni d'avventura con cui dividerà fatiche ed emozioni dal 30 agosto al 5 settembre.

Il Presidente Mario Scarzella, insieme ai Vicepresidenti Paolo Poddighe e Sante Spigarelli, ha poi chiamato le ragazze della squadra olimpica. "Ho la coscienza pulita, ho lavorato molto e bene: da casa farò il tifo per le mie compagne e per gli uomini", ha detto la riserva Guendalina Sartori e poi, dopo i saluti di Pia Lionetti e Jessica Tomasi, è toccato a Natalia Valeeva 
raccontare brevemente il suo stato d'animo per la partecipazione alla sua sesta Olimpiade: "Sono alla sesta presenza, la quarta con l'Italia e sono felicissima di avere questa opportunità anche a Londra. Lo scorso anno a Torino abbiamo vinto il titolo iridato e sarebbe bello poter ottenere un grande risultato anche ai Giochi. All'Italia manca una medaglia olimpica nel femminile e noi ci impegneremo per raggiungere questo obiettivo". 


Quattro frecce dell'Aeronautica Militare per la squadra maschile. "Ringrazio il mio concittadino Luca Melotto per essersi messo in gioco in questi ultimi anni, sarà riserva a Londra ma sono certo che se continuerà così si toglierà molte soddisfazioni e mi preme spendere un pensiero a un altro atleta che ha dato tantissimo al nostro movimento partecipando a sette Olimpiadi, mi riferisco a Ilario Di Buò, che purtroppo non è riuscito a guadagnarsi un posto a Londra", ha detto il Presidente Scarzella, che poi ha passato il microfono a Marco Galiazzo. "Cercheremo di tirare al meglio, siamo pronti e daremo il massimo. Gli avversari? Vinca il migliore". Chiaro anche il pensiero di Mauro Nespoli. "Io ed i miei compagni partiamo con animo sereno, andremo tranquilli a Londra per poter indirizzare le tensioni direttamente sui nostri avversari". Massimo impegno è stato garantito anche da Michele Frangilli.

Eugenio Giani, presidente del Coni Firenze, ha applaudito una Federazione moderna. "Dai Mondiali Indoor del 2001, grazie alla FITARCO, ci siamo goduti una disciplina che ha saputo valorizzare ed arricchirela nostra città". In chiusura, il ringraziamento del Vicepresidente Vicario Paolo Poddighe al numero uno Fitarco Mario Scarzella per il grande, appassionato ed entusiastico impegno profuso nell'intero quadriennio.


GARA INDIVIDUALE E A SQUADRE

Le formazioni azzurre saranno impegnate dal 27 luglio al 3 agosto nello storico stadio del cricket: il Lord’s Cricket Ground di Londra. In corsa per il podio 12 squadre e 64 arcieri nell’individuale sia nel maschile che nel femminile.
Gli arcieri tireranno nella prova di qualifica che determina gli accoppiamenti del tabellone a scontri diretti 72 frecce a 70 metri di distanza (massimo punteggio realizzabile 720 punti).
I bersagli hanno visuali da 122cm e il punteggio massimo (10) ha un diametro di 12,2cm.
Gli scontri diretti individuali si svolgeranno con il Set System (al meglio dei 5 set): per ogni volée (o serie) gli arcieri tirano 3 frecce ognuno, chi vince guadagna 2 punti-set, chi perde 0. Se la volée viene pareggiata viene assegnato 1 punto-set ciascuno. Il passaggio al turno successivo viene determinato dall’atleta che raggiunge o supera per primo i 6 punti-set acquisiti nelle varie serie (minimo 3 serie disputabili). In caso di parità (5-5) si tira una singola freccia di spareggio che assegna il punto al vincitore: se le frecce di spareggio raggiungono lo stesso punteggio, vince quella più vicina al centro del bersaglio.
Nella prova a squadre la classifica di ranking delle Nazionali viene definita dai punteggi ottenuti dai tre atleti in gara nella qualifica (72 frecce a 70m) la cui somma determina la posizione della squadra ed il relativo abbinamento nella griglia degli scontri diretti.
Nelle eliminatorie a squadre non viene utilizzato il Set System: si tirano 4 volée da 6 frecce ciascuna (2 frecce per arciere in ogni volée) sommando i punteggi delle singole frecce. Passa al turno successivo la squadra che ottiene il punteggio finale maggiore sul totale delle 24 frecce (punteggio massimo realizzabile 240 punti).



LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE FITARCO MARIO SCARZELLA
"Da quattro edizioni consecutive - spiega il presidente Mario Scarzella, che ricopre anche la carica di Presidente della Federazione Europea e Vicepresidente della Federazione Internazionale - la Federazione Italiana Tiro con l’Arco conquista un podio ai Giochi e risultati altrettanto prestigiosi li hanno ottenuti i nostri atleti del para-archery.
Per noi tutti l’obiettivo è far mantenere all’Italia un ruolo di leadership internazionale che si è conquistata con anni di duro lavoro, anche se è sempre più difficile riuscirci perché, oltre alla crescita numerica delle Nazionali, anche la qualità media degli arcieri è cresciuta in maniera esponenziale.
Abbiamo scelto Firenze, Città Europea dello Sport 2012, quale sede per il "vernissage" dei nostri Azzurri. È una location di grande prestigio che ci permetterà non solo di alzare il velo sulle squadre azzurre ma di portare i nostri campioni in piazza al fianco della gente per alcuni tiri dimostrativi. Una grande occasione di immagine e di valorizzazione della nostra disciplina.
Non possiamo permetterci di promettere medaglie a Londra 2012, ma garantiamo il massimo impegno per portare i nostri ragazzi nelle migliori condizioni possibili per competere ai massimi livelli sia in ambito olimpico che paralimpico”.

LA FITARCO ALLE OLIMPIADI

1976 – Montreal (Canada)
BRONZO Individuale: Giancarlo Ferrari
1980 – Mosca (Unione Sovietica)
BRONZO Individuale: Giancarlo Ferrari
1996 – Atlanta (USA)
BRONZO a Squadre: Michele Frangilli, Matteo Bisiani, Andrea Parenti
2000 – Sydney (Australia)
ARGENTO a Squadre: Michele Frangilli, Ilario Di Buò, Matteo Bisiani
2004 – Atene (Grecia)
ORO Individuale: Marco Galiazzo
2008 – Pechino (Cina)
ARGENTO a Squadre: Ilario Di Buò, Marco Galiazzo,Mauro Nespoli

PROGRAMMA DI GARA – LONDRA 2012

Lord’s Cricket Ground, 27 luglio - 3 agosto 2012

Venerdì 27 luglio
09:00 Ricurvo Maschile Ranking Individuale (72 frecce a 70mt)
13:00 Ricurvo Femminile Ranking Individuale (72 frecce a 70mt)

Sabato 28 luglio
09:00 Ricurvo Maschile Team 16esimi/Ottavi di finale
15:00 Ricurvo Maschile Team Quarti di finale
16:40 Ricurvo Maschile Team Semifinali
17:33 Ricurvo Maschile Team Finale Bronzo
18:01 Ricurvo Maschile Team Finale Oro

Domenica 29 luglio
09:00 Ricurvo Femminile Team 16esimi/Ottavi di finale
15:00 Ricurvo Femminile Team Quarti di finale
16:40 Ricurvo Femminile Team Semifinali
17:33 Ricurvo Femminile Team Finale Bronzo
18:01 Ricurvo Femminile Team Finale Oro

Lunedì 30 luglio
09:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
09:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
09:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
10:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali
15:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
15:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
15:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
16:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali

Martedì 31 luglio
09:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
09:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
09:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
10:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali
15:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
15:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
15:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
16:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali

Mercoledì 1 agosto
09:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
09:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
09:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
10:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali
15:00 Ricurvo Maschile 64esimi Individuali
15:26 Ricurvo Femminile 64esimi Individuali
15:52 Ricurvo Maschile 32esimi Individuali
16:05 Ricurvo Femminile 32esimi Individuali

Giovedì 2 agosto
09:00 Ricurvo Femminile 16 esimi/Ottavi Individuali
14:00 Ricurvo Femminile Quarti di finale Individuali
14:52 Ricurvo Femminile Semifinali Individuali
15:21 Ricurvo Femminile Finale Bronzo Individuale
15:37 Ricurvo Femminile Finale Oro Individuale

Venerdì 3 agosto
09:00 Ricurvo Maschile 16esimi/Ottavi Individuali
14:00 Ricurvo Maschile Quarti di finale Individuali
14:52 Ricurvo Maschile Semifinali Individuali
15:21 Ricurvo Maschile Finale Bronzo Individuale
15:37 Ricurvo Maschile Finale Oro Individuale

GLI ATLETI CONVOCATI DAL RESPONSABILE TECNICO PARA ARCHERY MARCO PEDRAZZI
Dopo aver portato sei atleti in gara ed aver conquistato tre medaglie alle Paralimpiadi di Pechino 2008 (argento individuale compound con Alberto Simonelli, argento individuale olimpico con Marco Vitale e bronzo a squadre olimpico con Marco Vitale, Oscar De Pellegrin e Mario Esposito) l’Italia si presenterà ai Giochi Paralimpici di Londra 2012 con un primo record: saranno 10 gli atleti sulla linea di tiro del Royal Artillery Barrack, che hanno guadagnato il pass in occasione dei Campionati Mondiali di Torino 2011 e successivamente nella gara internazionale di Stoke Mandeville (Gbr) lo scorso ottobre.
Il Responsabile Tecnico del Settore Para Archery Marco Pedrazzi, coadiuvato dai tecnici Guglielmo Fuchsova e Renato De Min, rispettivamente i coach del settore olimpico e del settore compound, ha deciso di portare a Londra atleti che vantano una grande esperienza internazionale e 4 esordienti.
La punta di diamante della spedizione azzurra sarà il Portabandiera dell’Italia ai Giochi Paralimpici Oscar De Pellegrin. L’atleta degli Arcieri del Piave si è meritato questo grande onore grazie alle innumerevoli vittorie internazionali conseguite e al grande apporto che ha dato allo sviluppo dello sport paralimpico. Al suo fianco, nella categoria arco olimpico W2 maschile, ci sarà Vittorio Bartoli (Arcieri Poggibonsi) all’esordio Olimpico, ma dopo una lunga militanza arcieristica in maglia azzurra avendo già preso parte ad Europei e Mondiali. Il terzo componente della squadra è Mario Esposito (Phb Bergamo), alla quinta Paralimpiade: nell’individuale gareggia nella categoria arco olimpico standing e dopo il 4° posto a Sydney 2000 e a Pechino 2008 punta a salire finalmente sul podio individuale, mentre nella gara a squadre – insieme a De Pellegrin e Bartoli – tenterà di confermare almeno il bronzo conquistato a Pechino.
Nell’arco olimpico W2 femminile, a differenza dei Giochi del 2008, l’Italia può contare sulla presenza della squadra vicecampione d’Europa a “Vichy 2010”: Elisabetta Mijno, recentemente tesserata con il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, vicecampionessa europea individuale e oro continentale a squadre miste con De Pellegrin, calcherà per la seconda volta il palcoscenico olimpico dopo il 9° posto di Pechino. Le sue compagne, entrambe titolari ai Mondiali di Torino 2011, sono invece esordienti alle Paralimpiadi: Veronica Floreno (Asd Pole Pole) e la neo campionessa italiana Mariangela Perna (ASHD Novara).
A differenza delle Olimpiadi, nel Para Archery è ammessa anche la divisione compound che compete però solamente nell’individuale.
Nel compound open la punta di diamante azzurra è Alberto “Rolly” Simonelli che, come la Mijno, è entrato da pochi giorni nel Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre. L’arciere di Gorlago (Bg), iridato nel ’98 e argento a Pechino, ha avuto anche il grande merito di prendere parte ai Mondiali Indoor 2012 di Las Vegas con la Nazionale “normodotati”. Al suo fianco un esordiente di ottime prospettive che si è messo in luce negli ultimi due anni: Giampaolo Cancelli (Arcieri Castiglione Olona) che, dopo aver vestito in questi giorni per la prima volta la maglia azzurra nella gara internazionale di Stoke Mandeville (Gbr), farà il suo esordio Olimpico. 
Chiudono la spedizione gli arcieri del compound W1: Fabio Luca Azzolini (Arcieri Orione), 7° a Pechino e l’esordiente Gabriele Ferrandi (Cus Pavia), entrambi titolari ai Mondiali di Torino 2011.


PROGRAMMA DI GARA – GIOCHI PARALIMPICI LONDRA 2012

The Royal Artillery Barrack, 30 agosto - 5 settembre 2012

Giovedì 30 agosto
10:00 Ricurvo Maschile-W1/W2 Ranking Individuale
Ricurvo Maschile-Standing Ranking Individuale
Compound Femminile-Open Ranking Individuale
Compound Maschile-W1 Ranking Individuale
14:00 Compound Maschile-Open Ranking Individuale
Ricurvo Maschile-W1/W2 Ranking Individuale
Ricurvo Femminile-Standing Ranking Individuale

Venerdì 31 agosto
10:00 Ricurvo Maschile-W1/W2 16esimi Individuali
10:30 Ricurvo Femminile-W1/W2 16esimi Individuali
12:00 Ricurvo Maschile-W1/W2 Ottavi Individuali
12:30 Ricurvo Femminile-W1/W2 Ottavi Individuali
15:00 Compound Maschile-Open 16esimi Individuali
16:30 Compound Maschile-W1 Ottavi Individuali
17:00 Compound Maschile-Open Ottavi Individuali
17:30 Compound Femminile-Open Ottavi Individuali

Sabato 1 settembre
10:00 Ricurvo Maschile-Standing 16esimi Individuali
10:30 Ricurvo Femminile-Standing 16esimi Individuali
11:30 Ricurvo Femminile-Standing Ottavi Individuali
12:00 Ricurvo Maschile-Standing Ottavi Individuali
15:00 Ricurvo Femminile-W1/W2 Quarti di finale Individuali
15:30 Ricurvo Maschile-W1/W2 Quarti di finale Individuali
16:00 Compound Maschile-W1 Quarti di finale Individuali

Domenica 2 settembre
10:00 Ricurvo Femminile-Standing Quarti di finale Individuali
10:30 Ricurvo Maschile-Standing Quarti di finale Individuali
15:00 Compound Femminile-Open Quarti di finale Individuali
15:30 Compound Maschile-Open Quarti di finale Individuali

Lunedì 3 settembre
10:00 Ricurvo Maschile- W1/W2 Semifinali Individuali
10:30 Ricurvo Maschile-Standing Semifinali Individuali
11:00 Ricurvo Maschile- W1/W2 Finali Individuali
11:15 Ricurvo Maschile-Standing Finali Individuali
15:00 Compound Maschile-W1 Semifinali Individuali
15:30 Compound Maschile-Open Semifinali Individuali
16:00 Compound Maschile-W1 Finali Individuali
16:15 Compound Maschile-Open Finali Individuali

Martedì 4 settembre
10:00 Ricurvo Femminile-W1/W2 Semifinali Individuali
10:30 Ricurvo Femminile-Standing Semifinali Individuali
11:00 Ricurvo Femminile-W1/W2 Finali Individuali
11:15 Ricurvo Femminile-Standing Finali Individuali
15:30 Compound Femminile-Open Semifinali Individuali
16:00 Compound Femminile-Open Finali Individuali

Mercoledì 5 settembre
10:00 Ricurvo Femminile Team Quarti di finale
11:00 Ricurvo Maschile Team Quarti di finale
14:00 Ricurvo Femminile Team Semifinali
15:00 Ricurvo Maschile Team Semifinali
16:00 Ricurvo Femminile Team Finali
17:00 Ricurvo Maschile Team Finali